Un nuovo reattore chimico per Fratelli Mazzon

mazzonCon l’obiettivo di vincere la presente crisi attraverso gli investimenti in innovazione la vicentina Fratelli Mazzon, fornitore di soluzioni chimiche per l’industria della fonderia con sede a Schio, ha recentemente annunciata l’adozione di un nuovo reattore chimico di ultima generazione.
Questa apparecchiatura, secondo quel che è stato riportato dalle fonti ufficiali dell’azienda, ha una capacità di 10 mila chilogrammi per batch. Si tratta di un recipiente in acciaio inox AISI 316, che poggia su celle di carico ed è collegato a molti serbatoi di stoccaggio materie prime.
È inserito all’interno di un complesso impianto in grado di sintetizzare sofisticati tipi di resine, gestendo in modo rigoroso parametri di processo critici come la temperatura, la pressione, il vuoto, oltre al dosaggio automatico di ingredienti e additivi.
È inoltre dotato di un sofisticato sistema software gestito da un potente Plc, che permette la gestione automatica e a distanza di tutto il processo produttivo, oltre alla registrazione e storicizzazione di tutti i parametri e all’attivazione di tutti i sistemi di controllo e di sicurezza. L’intero complesso risponde alle normative Ped e Atex,  essendo in grado di lavorare in ogni sua parte a pressioni diverse da quella atmosferica (sia positive sia negative) e in ambienti a rischio di esplosione, visto l’utilizzo di idrocarburi infiammabili.
Questo impianto, il cui costo per il solo reattore, senza contare tutte le opere di contorno, supera il milione di euro, permette a Fratelli Mazzon di produrre resine di qualità ancora maggiore, a costi ancora più competitivi ed in tempi ancora più brevi. E anche questo investimento rientra in un ampio piano di continuo miglioramento-potenziamento degli impianti per far fronte in modo competitivo ad un mercato sempre più esigente e globale. Le resine sintetizzate saranno in gran parte polimeri a base di fenolo e formaldeide per la produzione delle resine benzileteriche-poliuretaniche conosciute sul mercato come Cold Box per la produzione di anime in fonderia.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati