Syntronix Fcp, il risparmio energetico secondo Bosch Rexroth

Il sistema Syntronix proposto da Bosch Rexroth è in grado di fornire l’energia all’impianto in modo intelligente, somministrando solo quella necessaria alla lavorazione senza sprecarne altra.

Il sistema Syntronix proposto da Bosch Rexroth è in grado di fornire l’energia all’impianto in modo intelligente, somministrando solo quella necessaria alla lavorazione senza sprecarne altra.

Nell’ambito dell’Industrial Technology Efficiency Day sull’efficienza energetica per l’industria, Bosch Rexroth ha dato ai partecipanti del suo workshop la possibilità di osservare un vero e proprio simulatore del Syntronix Fcp, permettendo loro di sperimentare in prima persona i vantaggi del sistema in termini di assorbimento energetico e di comfort acustico.
Il convegno ha messo in mostra la necessità degli utilizzatori finali di mettere in campo un vero risparmio energetico focalizzato sulla riduzione dei consumi  e reso possibile da una tecnologia più avanzata e dalla cura dei dettagli. Per poter beneficiare di tale risparmio energetico e quindi poter usufruire dei cosiddetti certificati bianchi, l’utilizzatore finale si avvale della consulenza di energy manager interni o di EGE (esperto gestore energia) esterni, i quali hanno il compito di individuare le aree più critiche a livello energetico attraverso l’esecuzione di una diagnosi energetica.
Come evidenziato dai dati forniti da ANIE durante la plenaria tenutasi nel corso del Convegno ITE, gli elementi che assorbono energia in maniera più significativa sono molte volte i motori elettrici che movimentano le pompe oleodinamiche. Il sistema Syntronix proposto da Bosch Rexroth è in grado di fornire l’energia all’impianto in modo intelligente, somministrando solo quella necessaria alla lavorazione, senza sprecarne altra. Si tratta di un sistema scalare sia in taglie che in composizione, che consente di ottenere la soluzione ottimale a seconda del tipo di applicazione. Syntronix permette infatti di variare la velocità di rotazione della pompa oleodinamica e di parzializzarne la portata in funzione del ciclo di macchina.
I partecipanti al workshop hanno manifestato uno spiccato interesse per questo sistema che si distingue per versatilità. Presentato da Angelo Masiero e Diego Epis, entrambi product manager per azionamenti elettrici e pompe oleodinamiche di Bosch Rexroth, il sistema è infatti applicabile sia su impianti nuovi che su quelli già esistenti, per i quali rappresenta un’ indubbia ottimizzazione.
I maggiori punti di forza di Syntronix  sono senz’altro i vantaggi tangibili apprezzabili mediante l’analisi delle varie case-histories e attraverso la possibilità di calcolare a priori il risparmio energetico e di componentistica a bordo dell’impianto. Un ulteriore fattore da non sottovalutare è inoltre la silenziosità di un sistema a risparmio energetico in confronto alla soluzione standard.
Feedback positivi sono infine stati raccolti, ancora una volta, durante l’esposizione dei tool che Bosch Rexroth utilizza per il dimensionamento dei componenti e la valutazione del risparmio energetico, il tutto saggiamente interpretato grazie alla notevole esperienza sviluppata dal gruppo sul campo.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati