Stretta di mano fra Meusburger e CNOS-FAP

Un momento delle fasi di presentazione dei lavori destinati al concorso Capolavori dei settori professionali dei Cnos-Fap.

Il fornitore austriaco di normalizzati e acciai per i settori industriali degli stampi e della pressofusione ha posto solide basi durante la scorsa estate per un accordo con la Federazione del Centro per le opere salesiane – Formazione e aggiornamento professionale (Cnos-Fap) dell’ordine religioso fondato da don Giovanni Bosco. La partnership dell’azienda con i Cnos-Fap è in realtà già ben avviata vista anche la collaborazione con la fornitura di materiali in occasione della sesta edizione del concorso Capolavori dei settori professionali – Meccanica industriale culminata lo scorso anno nelle premiazioni ufficiali dei lavori presentati dagli studenti di tutta Italia all’istituto San Zeno di Verona. E d’altra parte uno fra gli scenari di attività sui quali Meusburger sta più decisamente puntando c’è proprio la formazione di giovani braccia e cervelli destinati all’industria. «Siamo convinti di poter cooperare con i Cnos-Fap», hanno notato fonti della società di Wolfurt durante un recente evento svoltosi presso il quartier generale a breve distanza dal lago di Costanza, «offrendo sia i nostri materiali come il piastrame sia le nostre competenze, facendo training anche sui docenti su stampi e progettazione, specie per i corsi di specializzazione del quarto anno».

La stretta di mano avvenuta in terra austriaca deve perciò trovare concretizzazione in Italia e il primo interrogativo cui dare risposta è la scelta dell’istituto salesiano dal quale cominciare. Sul territorio la Federazione è presente con 60 sedi operative in 20 regioni e al momento in cui andiamo in stampa in lizza per l’avvio della partnership ci sono i poli di Fossano e, lievemente avvantaggiato, quello di Sesto San Giovanni in provincia di Milano. Sul medio-lungo periodo tuttavia la proposta è suscettibile d’essere diffusa ai centri dell’intera Penisola. L’idea di partenza è la realizzazione di corsi di base sulla conoscenza degli acciai, il loro comportamento e le loro peculiarità. Il responsabile del team di vendita di Meusburger per il nostro Paese, Louis Andre Lilla, in procinto mentre scriviamo di trasferirsi nello stato americano del North Carolina per consolidare il business statunitense del marchio guidando una nuova struttura, si è però voluto spingere più in là. Ha così ipotizzato per gli studenti della Federazione salesiana l’opportunità di stage a patto che però i ragazzi siano già padroni della lingua inglese, almeno. Per Meusburger d’altronde il vantaggio è dato anche dall’opportunità di entrare nelle scuole con il suo marchio e il suo catalogo, acquisendo così una maggiore e più generalizzata visibilità. E se il motto che ha ispirato l’ultrasecolare storia dell’ordine è «l’intelligenza nelle mani», per Lilla tale intelligenza troverà sempre possibilità di applicazione nell’’industria: «Fino a che ci sarà la plastica», ha detto, «ci sarà occupazione». Quanto alle opinioni degli esponenti della Federazione dei Cnos-Fap, il presidente don Mario Tonini ha espresso soddisfazione: «Con la collaborazione con una società di punta in un settore trainante per l’industria», ha detto Tonini, «nasce una suggestiva ipotesi di lavoro per creare un progetto che attualmente non ha altri corrispettivi. Si tratta di un valore aggiunto per l’Italia e di una possibile risposta alla crisi e alla disoccupazione. Di Meusburger mi hanno colpito l’attenzione alla formazione e gli investimenti a essa destinati; ma anche il livello tecnico eccellente, naturalmente, e il forte senso di appartenenza. È un’azienda in crescita, come mostra l’ampliamento previsto delle loro strutture e per un salesiano l’accordo significa felicità perché fa intravedere nuove opportunità occupazionali per i giovani».

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati