Renault accelera in Nord Africa con l’impianto di Oued Tlélat

(da: algerie360.com)

(da: algerie360.com)

Renault ha aperto, stando a quanto riferito da fonti africane, un nuovo impianto di produzione di autovetture civili a Oued Tlélat (Oran) in Algeria, con la benedizione del locale primo ministro Abdelmalek Sellal, del ministro degli Esteri transalpino Laurent Fabius e naturalmente di Carlos Ghosn, amministratore delegato del colosso automobilistico francese.
Si tratta del primo polo di costruzione di quattro ruote per l’utenza privata in territorio algerino e occupa un’area da 151 ettari per un investimento da circa 50 milioni di euro sino a oggi, cui sono destinati ad aggiungersene altri 800 nel prossimo futuro.
Inizialmente, l’Algeria dovrebbe fornire una produzione complementare a quella made in France e l’integrazione dovrebbe toccare un tasso del 42% entro la fine del decennio, passando dall’attuale 17% e dal 25% del prossimo anno.
In particolare, sforzi importanti dovrebbero essere destinati ai segmenti dello stampaggio, della lamiera e della finitura, così da poter garantire nei prossimi due-tre anni la realizzazione di carene complete. Come i precedenti progetti in ambito agricolo e industriale, anche questo è firmato da RAP, Renault Algeria Production, una joint venture che beneficia di agevolazioni dallo Stato magrebino.

 

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati