Produzione industriale: l’Italia cresce più della Germania

ISTAT, PRODUZIONE INDUSTRIA ARRETRA ANCORA, -0,1% A OTTOBRESecondo quanto è stato reso noto, fra gli altri, dall’agenzia Ansa, che ha riportato i dati di Eurostat, lo scorso novembre è stato registrato un moderato aumento della produzione industriale in tutta l’eurozona e nei Paesi dell’Unione europea, pari nel complesso a 0,2 punti percentuali.
L’Italia, in questo quadro, ha fatto registrare variazioni positive superiori alla media continentale, dello 0,3%, superando «Germania (0%), Francia (-0,3%) e Spagna (-0,1%)».
L’agenzia ha inoltre chiarito che «l’aumento della produzione è dovuto principalmente ai beni durevoli (+1,9%), ai non durevoli (+0,5%), mentre l’energia è calata di 0,9%. L’aumento maggiore della produzione si è registrato in Irlanda (+4,6%), Ungheria (+3,3%) e Croazia (+2,7%), mentre i cali più accentuati in Lituania (-2%), Lettonia (-1,7%) e Malta (-1,4%). Su base annuale a novembre la produzione è calata di 0,4% nell’Eurozona e di 0,1% nell’Ue-28. In Italia il calo è di 1,8% (ridotto rispetto al -0,3% di ottobre), in Germania è -0,5% e in Francia -2,9%. Impennata dell’Irlanda: su base annua registra un aumento del 35,8%».

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati