Pavinato amplia il reparto di lavorazioni meccaniche con Haas

haasLa specialista vicentina della pressofusione di alluminio e zama Pavinato, in attività dal 1947, ha annunciato di recente l’intenzione di rinnovare e ampliare entro questo stesso mese di novembre il suo reparto di lavorazioni meccaniche, in virtù della prevista introduzione di un nuovo tornio.
La scelta della family company di Thiene, che serve con il suo ruolo di terzista la maggior parte dei principali settori dell’industria è caduta su un sistema realizzato dalla statunitense Haas. Pavinato, in possesso anche di divisioni di stampaggio, sbavatura, sabbiatura e spedizioni, nell’ottica di un servizio completo per la clientela, sembra infatti avere optato per uno dei torni Cnc della gamma St-10.
La macchina, secondo quanto reso noto dallo stesso costruttore californiano, ha una capacità massima di 356 x 356 millimetri, barra da 1,75 pollici (44 millimetri), volteggio 413 millimetri. Essa è inoltre dotata di azionamento vettoriale da 11,2 chilowatt, di un mandrino A2-5 dalla complessiva velocità di 6.000 giri/minuto e di mandrino autocentrante da 165 millimetri. A completare la dotazione, infine, una torretta di tipo bolt-on a 12 stazioni, un monitor LCD a colori da 15 pollici, un interruttore di bloccaggio memoria, porta USB e maschiatura rigida. Un kit portautensili standard è compreso, infine, con la torretta Bod o ibrida.
Per Pavinato e Haas si tratta di una nuova occasione per il consolidamento di una partnership già avviata, visto che nel cuore della scorsa primavera la fonderia tricolore aveva provveduto all’acquisto di un altro centro di lavoro verticale made in Usa della gamma Vf-4.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati