Omler 2000 presenta la rete Politech e il martello AF1470

omler_2La piemontese Omler 2000, attiva dalla metà degli anni Settanta nella costruzione di attrezzature e impianti ad altissima tecnologia per le fonderie di ghisa e di alluminio, l’industria automotive e alimentare e l’aerospazio, ha annunciata recentemente la nascita di una alleanza strategica con la specialista dell’impiantistica industriale Chiarlone Officine e con Siecab Srl, fornitore di soluzioni di automazione e robotiche integrate, a loro volta cuneesi.
Dall’intesa è sorta la rete Politech, nella quale le tre aziende langarole hanno fatto confluire «la forza lavoro, l’esperienza nei diversi settori e la competenza lavorativa per offrire al cliente un servizio a 360 gradi: dalla progettazione alla produzione». Etichettata come una professional partnership la neonata aggregazione punta a garantire «soluzioni integrate di processo e controllo per una molteplicità di comparti, che vanno dalle macchine speciali agli impianti e linee complete chiavi in mano».
Quasi in contemporanea con questo annuncio Omler 2000, dalla fondazione gestita dalla famiglia Lerda e con quartier generale a Bra, ha presentato il martello pneumatico AF1470, tuttora in attesa di brevetto, dal design originale e realizzato con materiali, connessioni e connettori, sede sensore e componenti del tutto nuovi, allo scopo di offrire «migliori prestazioni, alte frequenze, grande maneggevolezza e risultati di sterratura oltre le aspettative».
Fra le caratteristiche di spicco del prodotto, Omler 2000 ha segnalato «la leggerezza, secondo le normative europee; i materiali, l’elevato scorrimento; il sensore incorporato e senza cavi»; l’intercambiabilità con gli altri martelli di sterratura della gamma societaria.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati