Novelis prevede un boom dell’alluminio nel mondo auto

novelisSecondo la specialista globale dell’industria Novelis l’utilizzo di lamiere in alluminio per le carrozzerie auto è destinato a quintuplicare entro i prossimi sei anni al massimo. Questa è l’opinione del presidente della divisione global recycling della multinazionale di proprietà indiana Derek Prichett, ripresa dal servizio di informazione economico-finanziaria Bloomberg.
Guidato dalla necessitò di contenere i consumi energetici ricorrendo a strutture e componenti sempre più leggeri il comparto automotive potrebbe divorare nel 2020 1,8 milioni di tonnellate metriche di alluminio partendo dalle attuali 350 mila tonnellate soltanto; e la commodity ha già visto nel corso dell’anno il suo valore al London Metal Exchange, la Borsa londinese dei metalli, per circa sei punti percentuali.
Stando a quanto riportato da Bloomberg Novelis ha fra i suoi clienti nel settore delle quattro ruote marchi di spicco del panorama del calibro di Ford, Audi, Jaguar Land Rover, tutte estremamente interessate a un maggiore sfruttamento dell’alluminio con progetti di completa sostituzione dell’acciaio a partire da questo o dal prossimo decennio.
Nell’opinione di Harbor Aluminum Intelligence Unit, negli Stati Uniti soltanto, la domanda di alluminio promette di essere superiore alla produzione per 1,255 milioni di tonnellate metriche nel 2015, contro gli 1,13 milioni di quest’anno, in parte anche in virtù delle crescenti esigenze delle case costruttrici di vetture.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati