Messico, il nuovo Eldorado: Nemak investe 125 milioni

nemakLa specialista messicana di prodotti e componenti in alluminio destinati per la maggior parte al settore dell’automotive Nemak, sede a Villa de Garcia e 34 impianti in 15 nazioni per un fatturato che nel 2013 aveva sfiorato i 4,5 miliardi di dollari, ha annunciato il potenziamento della sua presenza sul territorio d’origine del Nuevo León, a conferma dell’importanza cruciale che il Messico sta assumendo nel panorama manifatturiero globale e nel segmento delle quattro ruote in misura particolare.
L’azienda, che calcola una forza lavoro complessiva da oltre 20 mila unità, è pronta a realizzare uno stabilimento di pressofusione ad alta pressione a Garcia, dove già conta sei poli produttivi, grazie a un investimento del valore di 125 milioni di dollari.
Destinata a creare almeno 500 nuovi posti di lavoro, la fabbrica dovrebbe vantare una capacità produttiva da 2,2 milioni di parti l’anno per fornire linee di assemblaggio situate tanto in Patria quanto negli Stati Uniti, e la sua apertura è stata definita un passaggio-chiave per il compimento delle strategie del produttore dallo stesso amministratore delegato societario Armando Tamez, convinto che essa potrà dare nuova linfa alla costruzione di blocchi motore e casse-cambio per autovetture.
L’impianto, considerato altresì uno fra i più avanzati dal punto di vista tecnologico fra quelli gestiti da Nemak, paragonabile per complessità ai più moderni presidi in Europa e Nord America, è disegnato per proporre anche componenti strutturali indirizzati agli Oem, con l’obiettivo di ridurre il peso dei veicoli e di adeguarsi alle sempre più stringenti normative sul consumo di carburante, l’efficienza energetica e le emissioni di Co2.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati