Fiere di Parma, 17 – 19 marzo 2016

MECSPE, un ponte tra università e impresa

MECSPE presenta la formula ATA per esaltare l'eccellenza italiana degli atenei e della subfornitura.

aperturaLa più importante manifestazione tecnico sportiva internazionale approda a MECSPE per mostrare la creatività e la progettualità degli studenti universitari e l’unicità delle aziende della subfornitura italiana 

Università e impresa parlano lingue diverse che nel nostro Paese spesso fanno fatica ad incontrarsi. Dai progetti di ricerca di eccellenza in Ateneo, alle imprese in grado di realizzarli, questo viaggio, in Italia, sembra essere ancora tortuoso e privo di collegamenti concreti. Eppure la competitività tecnologica del tessuto imprenditoriale e il trasferimento delle conoscenze sul territorio, passa anche dalle nuove idee e dai progetti proposti dagli Atenei. Una risorsa di crescita e sviluppo d’impresa troppo spesso dimenticata e abbandonata. Per rispondere alla necessità di unire due eccellenze italiane, come la ricerca universitaria e la lavorazione conto terzi, MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione (Parma 17 19 marzo 2016), creerà un ponte reale tra questi due mondi aggiungendo al suo impegno nel mondo della formazione, una collaborazione con ATA e Dallara Automobili per presentare in fiera l’iniziativa ‘Formula ATA’ e dare voce ai ragazzi, ai loro progetti e a chi li realizza.

La Formula ATA, polo italiano della mondiale Formula SAE, sottolinea Roberta Reggiani, Event manager Formula SAE Italy & Formula Electric Italyè la più importante manifestazione tecnico sportiva internazionale organizzata in ltalia dall’ATA e coinvolge oltre 2000 laureandi in ingegneria provenienti da circa 20 nazioni. Gli studenti, oltre a presentare progetti delle vetture monoposto da competizione, vengono impegnati nella prova finale di endurance. La nostra partecipazione a MECSPE – continua la Reggiani – rientra perfettamente nella mission del nostro evento che mira non solo a formare i giovani ingegneri attraverso un’esperienza concreta di realizzazione di un progetto di una vettura da competizione, ma anche a creare un’opportunità di relazione tra la realtà universitaria e le aziende del settore automotive per progetti o attività di ricerca. Purtroppo ad oggi queste due realtà, soprattutto per quanto attiene il contesto nazionale, risultano essere ancora spesso scollegate, contrariamente a quanto accade in altre nazioni europee, come ad esempio in Germania, dove i rapporti università-industria sono strutturati e consolidati da tempo”.

Un gap che MECSPE intende ridurre. In particolare, all’interno del padiglione della subfornitura, la Formula ATA, mostrerà 12 prototipi nel campo del motorsport progettati dai migliori team di studenti universitari italiani e, al tempo stesso, in lavorazione, i pezzi funzionali che saranno realizzati dalle aziende espositrici. Da una parte, quindi, verrà messa in risalto la creatività e la progettualità degli studenti universitari e dall’altra la competenza tecnologica dei contoterzisti, in grado di saper lavorare e realizzare perfettamente i progetti. Un ponte diretto tra la realtà universitaria e quella delle aziende che, insieme, rappresentano due elementi fondamentali del tessuto industriale italiano.

Con la novità dell’introduzione della Formula ATA, MECSPE intende quindi proseguire l’importante investimento nella formazione che la fiera ha portato avanti in questi ultimi anni. Come dimostrato anche dall’ultimo Osservatorio MECSPE, è proprio grazie alla formazione e l’innovazione, infatti, che il settore manifatturiero italiano potrà accrescere la sua competitività sia a livello nazionale che internazionale.

“La nostra sfida, condivisa con 500 Università di tutto il mondo, – sottolinea Andrea Santello, Team Manager Formula SAE dell’Università di Padova – è quella di progettare, costruire e testare una vettura da competizione che poi verrà giudicata da una giuria di esperti dell’automotive. Quest’anno per l’Università di Padova, che scende in pista già da 10 anni, l’obiettivo è quello di creare la vettura più leggera e performante della propria storia. Proprio per questo i capisaldi del nostro team sono rappresentati dalla ricerca della leggerezza e dall’utilizzo di materiali nobili lavorati con le più moderne tecnologie. Un traguardo raggiungibile solamente con il lavoro congiunto degli studenti e delle numerose aziende che sostengono il progetto che vedono in questo contesto anche l’opportunità di formare futuri esperti in ogni ambito aziendale”.

 

Elenco delle Università partecipanti al progetto Formula ATA

Racingteam Unipg Università di Perugia
Polimarche Racing Team Università Politecnica delle Marche
MoRe Modena Racing Team Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Firenze Race Team Università degli Studi di Firenze
Sapienza Corse Racing Team Università di Roma La Sapienza
Race UP Team Università di Padova
PR43100 Università di Parma
Unina Corse Università di Napoli Federico II
UniBs Motorsport Università di Brescia
Dynamis PRC Politecnico di Milano
UniBo Motorsport Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
E-Team Squadra Corse Università di Pisa
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati