La gestione degli asset nel settore dei metalli

FIG. 1ITMETAL, community delle aziende nazionali che operano nel settore dei metalli e CSMT (Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico) di Brescia, in stretta collaborazione sul tema della gestione degli asset: uno studio in più per battere la concorrenza
Dal 2008 ITMETAL è la community delle imprese italiane che operano nel settore dei metalli. Promossa dal Centro di Competenza Processi Gestionali del CSMT di Brescia (Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico, via Branze 45 Brescia), ITMETAL promuove la crescita culturale delle imprese delle filiere dei metalli attraverso l’innovazione dei processi gestionali. Tra le attività dello staff della community vi sono le ricerche e gli studi empirici nelle filiere dei metalli. I risultati sono divulgati in forum e conferenze internazionali, in cui molto valore è dato dalla presentazione di casi di successo e dal confronto attivo tra i partecipanti. Attraverso il collegamento con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell’Università di Brescia, CSMT è il canale preferenziale di trasferimento tecnologico dall’ambito accademico al campo pratico, instaurando una collaborazione sinergica altrove inapplicabile.

L’indagine
I ricercatori dell’Università di Brescia che operano all’interno del CSMT hanno lanciato un’indagine empirica nell’ambito del settore delle lavorazioni dei metalli sul tema Asset Management o gestione degli asset, cioè di quei beni strumentali a servizio del business aziendale (es. impianti di produzione e di servizio, attrezzature, mezzi, edifici, strumentazione ICT, altri ancora).
L’industria italiana affronta ormai da anni una concorrenza agguerrita e uno dei requisiti per il successo è mantenere efficiente la vasta base patrimoniale. L’osservatorio del CSMT ha quindi elaborato un questionario on-line che attraverso una raccolta di informazioni dalle aziende persegue i seguenti obiettivi:

  • Analizzare il grado di diffusione e livello di soddisfazione delle tecniche di gestione della manutenzione degli asset
  • Valutare la priorità accordata dai manager del settore metal ai principali obiettivi strategici di asset management
  • Delineare il posizionamento delle aziende del settore metal nel “percorso ideale” verso una perfetta gestione degli asset
  • Analizzare il gap esistente tra interventi realizzati e interventi realizzabili in materia di asset management

L’indagine ha finalità esclusivamente scientifiche: i dati raccolti rimarranno correttamente custoditi e segretati dal centro di competenza Processi Gestionali di CSMT e in nessun modo verranno diffusi.
Al termine della ricerca, che si concluderà indicativamente a settembre 2015, verrà prodotto un rapporto sui risultati che verrà consegnato gratuitamente a tutte le aziende che avranno partecipato all’indagine, investendo poco del proprio tempo a favore della Ricerca.

Come partecipare e contribuire allo studio
Innanzitutto è bene precisare che durante la compilazione non sono richiesti dati sensibili per le aziende.
Il questionario è suddiviso in 7 parti, oltre all’informativa sul trattamento dei dati personali.

  1. Contesto e attività, utile a qualificare dal punto di un’anagrafica e caratterizzazione di base;
  2. Servizio Manutenzione, finalizzato ad esplorare come vengono condotti i processi di manutezione
  3. Caratterizzazione degli asset, utile a qualificare le tipologie di asset sono presenti
  4. Gestione degli asset, incluso per indagare la diffusione delle principali tecniche di manutenzione
  5. Gestione dei servizi collegati, dove con una semplice check-list si qualificano i servizi connessi alla manutenzione (e.g. la gestione contratti, certificazioni e livelli di servizio)
  6. Benefici attesi del CMMS, dove si richiede, in base alle conoscenze possedute, il grado di fiducia degli strumenti ICT a supporto della gestione degli asset
  7. Strumenti e tecniche a supporto, ove in conclusione si richiede il grado di sfruttamento in azienda di alcune particolari metodologie e strumenti di supporto (e.g. piani 5S, analisi FMEA/FMECA, altri software specifici)

La compilazione del questionario è comunque veloce, richiede solo 10 minuti ed è già on-line.
Il questionario può essere compilato separatamente per ciascuno stabilimento dell’azienda, in quanto la gestione degli asset può essere diversificata tra le diverse sedi, per differenza dei beni strumentali, esigenze tecniche o organizzative. Ovviamente anche le fonderie sono invitate caldamente a partecipare all’indagine, alcune hanno aderito già con grande entusiasmo. Tutte le altre che volessero prendere attivamente parte alla ricerca possono ancora farlo tramite il link dedicato, di cui sopra, o contattando direttamente l’ingegner Andrea Pasotti ai seguenti recapiti: a.pasotti@uni.csmt.it – tel. 030 6595216.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati