Il FARO illumina la supply chain dell’automobile

Museo-Ferrari-MaranelloIl 41esimo Meeting di FARO, the International Commodities Club, si svolgerà a Maranello (Modena) presso il Museo Ferrari, dal 26 al 27 marzo prossimi. Nella serata di mercoledì 25 i partecipanti saranno accolti con un Networking cocktail a Maranello mentre i lavori prenderanno il via alle 8.30 del mattino successivo. A dominare gli interventi dei relatori coinvolti nella prima sessione, patrocinata da ANFIA, Associazione Nazionale Fra Industrie Automobilistiche, saranno l’andamento del mercato dell’automobile e i suoi impatti sulla relativa supply chain.
Dopo il discorso introduttivo e di benvenuto di Paolo Kauffmann, fondatore del FARO Club, e di Antonio Ghini, Direttore del Museo Ferrari, toccherà al presidente onorario di Fonderie Zanardi Spa Franco Zanardi parlare di Ricerca in Fonderia – Fonderia di Ricerca. Storia e progetti di un’azienda leader nel mercato.

Nel vivo del dibattito
Quanto al seguente panel di discussione, esso sarà animato dal Goran Djukanovic, Aluminium market analyst ed editorialista della testata britannica Aluminium Times; dal Chief marketing officer di Emirates Global Aluminium (EGA) Walid Al Attar e da Mark White, Chief engineer – Advanced body di Jaguar Land Rover Ltd. Il tema del dibattito è Settore automotive: nuovi prodotti e progetti che influenzano la domanda di metalli.
«I costruttori di auto», ha commentato a questo proposito Goran Djukanovic, «stanno lavorando alacremente per soddisfare i requisiti regolatori in scadenza nel 2017 e oltre, dato che la preoccupazione per le emissioni di gas serra ha fatto sì che i target previsti di razionalizzazione dei consumi medi di carburante delle flotte aziendali (Corporate Average Fuel Economy o CAFE) siano raddoppiati, per il periodo fra il 2012 e il 2025. Ed è chiaro che il ridimensionamento del peso delle vetture abbia un ruolo cruciale nel soddisfare tali requisiti».
A chiudere le sessioni in programma per la prima mattinata sarà infine Matthew Chamberlain, Head of business development del London Metal Exchange con la relazione su Attività di risk management per i consumatori di metallo nella filiera automotive. Ancora il fondatore del FARO Club Paolo Kauffmann presenterà alle 14.30 del 26 marzo la sua Live intermarket analysis su I mercati delle materie prime e le valute: analisi tecnica e correlazioni, precedendo gli outlook sui metalli non ferrosi e sui ferrosi e l’acciaio tenuti rispettivamente da Robin Bhar (Head of Metals Research, Societe Generale Corporate and Investment Banking); e da Emanuele Norsa, Managing editor di Platts SBB.
Dopo il coffee break delle 16.30 il confronto di giovedì 26 marzo si chiuderà con i tradizionali Kerb Time, momenti di discussione presentati dal board di FARO, durante il quale gli operatori dei diversi mercati si confrontano sulle problematiche, le soluzioni adottate e gli strumenti utilizzati per fare fronte alle dinamiche delle materie prime industriali (rame e leghe, zinco e piombo; allumino primario e secondario; acciaio e rottami; energy). E infine FACE, la Federazione delle industrie consumatrici di alluminio in Europa, presenterà i risultati dello studio condotto dall’Università LUISS di Roma sul segmento downstream e sull’impatto del dazio sui costi delle Piccole e medie imprese del vecchio continente.

L’agenda di venerdì 27 marzo
L’agenda di venerdì 27 marzo prevede l’apertura dei lavori alle ore 9.00 con la View sull’economia mondiale: Europa – America – Asia – Cina di Arrigo Sadun, Presidente di TLSG International Advisors. Nel pomeriggio, focus invece sulle strategie di gestione del rischio di cambio con il dibattito su Valute: l’impatto della volatilità sulle attività di import – export dei produttori. Rischi e opportunità legati alla nuova metodologia di trading sui mercati Forex: esempi e best practice.
Alla sessione organizzata con il patrocinio di AITI, l’Associazione italiana dei tesorieri di impresa prenderanno parte il Corporate Treasury Manager di KME Group e presidente della stessa AITI Davide Giovanelli; il trader dell’elvetica Kommodities Partners Sa Andrea Guarneri e non da ultimo Fabio Montelatici, Treasurer di Bracco Imaging Spa e a sua volta membro del Consiglio di AITI.
I dettagli del programma e per partecipare sono disponibili sul sito ufficiale dell’iniziativa. Ulteriori informazioni possono essere richieste a Chiara Boizza – Head of Sales and Marketing, Board Member @ FARO The International Commodities Club (e-mail: chiara.boizza@faroclub.com – tel. 030 3757611).

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati