Gnutti Carlo: campagna acquisti per affrontare meglio il 2015

gnuttiL’ultimo mese del 2014 della bresciana Gnutti Carlo, specialista della produzione di componenti di precisione per motori con stabilimenti in varie nazioni d’Europa, negli Stati Uniti, in India e Cina, e clienti quali Volvo, Bmw, Daimler, John Deere, Renault Trucks e Bosch, ha salutato la conclusione di due importanti operazioni di acquisizione.
Il 16 dicembre la società lombarda è entrata ufficialmente in pieno controllo di Ljunghäll Ab, fra le protagoniste globali dei settori della pressofusione  e della lavorazione  di componenti in alluminio per applicazioni in ambito automotive, incluse quelle di movimento terra e trasporto pesante, e nelle telecomunicazioni.
Con poli produttivi in Svezia e Repubblica Ceca, Ljunghäll Ab è in un momento di notevole crescita e serve interlocutori del calibro di Scania, Volvo Truck, Volvo car, Daimler, Zf ed Ericsson e la sua incorporazione consente al Gruppo Gnutti Carlo, secondo le note diffuse dal produttore italiano, «di allargare e differenziare la gamma dei prodotti, di incrementare il parco  clienti e di acquisire al tempo stesso importanti asset e competenze nella pressofusione e lavorazione d’alluminio».
«Questa operazione», è l’opinione espressa da Gnutti Carlo, «rappresenta  un passo  importante nella strategia di diversificazione del gruppo  nel  mercato delle leghe leggere oggi caratterizzato da un forte  espansione. Siamo entusiasti di aver raggiunto tale accordo con  Ljunghäll  Ab  e riteniamo che anche quest’ultima acquisizione contribuisca a posizionare il Gruppo come fornitore di riferimento per i principali Oem nel panorama del mercato automotive mondiale».
In precedenza, la multinazionale con sede a Maclodio, Brescia, dove ha mosso i suoi primi passi addirittura nel 1920, aveva portato a compimento l’accordo per l’acquisto di Vici Industri Se, con l’obiettivo di rafforzare la sua posizione di fornitore di primo piano di componenti e di sistemi valve train, che rappresentano uno fra i core business del costruttore di origine svedese. L’iniziativa, secondo Gnutti Carlo, «creerà sinergie consentendo al  Gruppo di fornire alla clientela una gamma ancor più ampia  di  prodotti».

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati