Ema: l’Irpinia fonde la crisi

Quasi a tacitare le Cassandre un articolo comparso sull’edizione online di La Repubblica nella sezione Economia e Finanza offre buoni motivi di speranza per la ripresa e il rilancio dell’occupazione nel settore fusorio.
Il caso è quello di Ema, Europea microfusioni aerospaziali Spa, società al 100% di proprietà del gruppo Rolls-Royce che grazie a un investimento da quasi 37 milioni dei quali 5 indirizzati esplicitamente alle attività di ricerca e sviluppo potrà portare il totale dei suoi addetti dai 500 attuali a oltre 700 nel prossimo futuro.
Questi sono gli effetti del piano di sviluppo che il colosso multinazionale ha siglato lo scorso gennaio con Invitalia la quale è destinata a prender parte all’operazione con uno stanziamento da 16 milioni e mezzo.
Sorta nel 1990 in virtù di una joint venture fra Rolls Royce e Finmeccanica l’azienda che è pronta ad ampliare la sua capacità produttiva del 45% ha visto il suo personale decuplicarsi fra il 1999 e il 2013. Si tratta di una realtà specializzata nella fornitura di palette rotoriche e statoriche in leghe di nichel e cobalto per le turbine dei motori Rolls poi montati su velivoli, navi e imbarcazioni, sistemi di generazione dell’energia elettrica.
Secondo il quotidiano romano i suoi clienti sono circa 600 in tutto il mondo in ambito aeronautico civile; ma turbine Rolls Royce equipaggiano poi il 25% degli aerei militari su scala internazionale. Alenia Aeronautica, Alenia Aermacchi e Agusta Westland si riforniscono abitualmente presso l’azienda di Morra De Sanctis nell’Alta Irpinia campana che è anche partner tecnica di Ansaldo Energia o di Siemens, solo per citare alcuni fra i suoi referenti.
I componenti qui prodotti devono sopportare temperature sino a oltre 1.500 gradi e sono solo cinque, Ema compresa, le società globali in grado di fare fronte a simili esigenze. Le strutture nasciture di Ema ospiteranno anche le anime ceramiche attualmente acquistate da fornitori terzi, nel nome delle economie di scala.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati