Cose buone dalla Germania per Sirpress

Sirpress, concentrata entro il gruppo Sira nella pressofusione dell’alluminio, ha aperto il suo 2014 nel segno di un importante contratto di fornitura siglato con Mercedes.
Nel dettaglio, la società con sede a Nusco in provincia di Avellino, dovrebbe realizzare in Irpinia 500 mila parti di cambio (si tratta dei cosiddetti wandler) nel solo 2014 e la commessa varrebbe, secondo quanto riportato da Il Mattino ed è stato poi ripreso da altri organi di stampa, circa 10 milioni di euro.L’operazione si inserisce nel contesto della joint venture fra Sira e Trimet e valorizza le competenze dell’impianto di Sirpress a Nusco.
Posizionata su una superficie di oltre 76 mila metri quadrati dei quali quasi 20 mila dedicati agli impianti produttivi la sede di Sira in Campania produce nelle sole divisioni di pressofusione poco meno di 20 mila tonnellate annue di materiale.
Citato dalla stampa di settore il presidente del gruppo Sira (che ha il suo quartier generale a Rastignano nel bolognese) Valerio Gruppioni ha ricordato che Almec, nome sotto il quale agiva la vecchia proprietà di Sirpress, era ormai data per spacciata e sull’orlo del fallimento, mentre Sirpress ha di fronte a sé una opportunità di rilancio del massimo interesse. E la commessa di Mercedes può permettere sul medio periodo di pianificare anche il rientro dei previsti esuberi.
La cooperazione dovrebbe estendersi poi al sito di produzione Sira Alluminium Product di Jinghai -Tianjin in Cina, data la crescente domanda di vetture, anche di fascia alta, all’ombra del Dragone.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2018 Tutti i diritti riservati