Con la nuova sede di Bologna Fanuc punta su servizi e training

fanuc_xSpecializzata da quasi 60 anni – l’anno della sua fondazione è infatti il 1956 – in sistemi per l’automazione di fabbrica (Cnc), robot e robomacchine (Robodrill, Robocut e Roboshot) Fanuc ha di recente inaugurato una nuova sua sede a Casalecchio di Reno presso Bologna, in attesa di aprirne un’altra da 12 mila metri quadrati ad Arese, dove già oggi sorge il suo quartier generale italiano, nel 2017.
Stando a quanto è stato riportato dalle comunicazioni ufficiali del gruppo giapponese, i cui stabilimenti vantano una capacità produttiva mensile di 30 mila controllori Cnc, 5.000 robot, 250 mila motori asse e mandrino, 5.000 Robomacchine e 250 laser a CO2, il polo entrato in attività nel corso dell’estate intende proporsi come un autentico punto di riferimento per servizi, corsi didattici e presentazione di prodotti e novità.
Esso può infatti contare su uno showroom dove clienti e professionisti del settore potranno saggiare con test sul campo le caratteristiche dei suoi Cnc, dei robot e delle robomacchine; e una area training «per la presentazione di nuovi prodotti e nuove applicazioni, e che costituisce il contesto adatto ad offrire tutto il know-how necessario per migliorare le competenze aumentando così la produttività».
Contestualmente la multinazionale, che conta 6.500 dipendenti nel mondo, ha svelato la Fanuc Academy, indirizzata a «studenti, operatori di macchine, programmatori, specialisti della manutenzione, costruttori di macchine utensili, integratori di sistemi, costruttori di linee o progettisti con a disposizione un calendario corsi adatto ad ogni tipo di richiesta ed esigenza che copre tutti i prodotti del portafoglio Fanuc». E un forte accento, non da ultimo, è stato posto poi sul magazzino per le parti di ricambio, con soluzioni «sviluppate e prodotte in conformità agli standard di qualità FANUC di livello mondiale. Sottoposte a collaudi completi, sono fornite con garanzia di 12 mesi e disponibilità per 25 anni, così da offrire ai clienti la massima assistenza per l’intero ciclo di vita dei prodotti».
Situata in via Cimarosa 81, la nuova area dello Yellow World del colosso nipponico si estende su una superficie di 500 metri quadri su due livelli e vuole rappresentare un centro di competenza primario per rispondere a richieste ed esigenze dei clienti di tutta Italia, con particolare attenzione, data la posizione geografica strategica, a quelli delle regioni centro-settentrionali del Paese.

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati