Cecimo, 315 miliardi di ragioni per credere all’Europa

cecimo_nForte di 1.500 aziende affiliate, piccole e medie per la stragrande maggioranza, in rappresentanza di 15 sigle di categoria nazionali, l’associazione paneuropea dei costruttori di macchine utensili Cecimo ha diffuso una nota nella quale esprime completa soddisfazione per l’annuncio di un piano di investimento (Fondo europeo per gli investimenti strategici) da 315 miliardi di euro, discusso dalla Commissione europea e svelato, con succeso, alla sessione plenaria del Parlamento europeo dello scorso 25 novembre.
Per Philip Geerts, direttore generale di Cecimo, si tratta di una azione diretta con molta chiarezza a stimolare la competitività delle imprese meccaniche dell’Unione europea, e in questo senso essa va incontro alle preoccupazioni dell’Associazione, che aveva lamentato più volte nel recente passato l’assenza di un sostegno forte alla ripresa e all’innovazione.
Sostanziale consonanza c’è anche in merito alle aree scelte per indirizzare i 315 miliardi di stanziamento, che spaziano da quelle della ricerca e della formazione sino alle fonti rinnovabili e all’energia in genere, passando per le connessioni Internet a banda larga e le infrastrutture di trasporto.
Sempre Geerts ha commentato che iniziative di questo tenore possono controbuire a creare condizioni favorevoli a un rilancio a breve del manifatturiero e, a cascata, per generare nuove opportunità di crescita soprattutto per le aziende di medio-piccola stazza e la relativa catena del valore.
Tuttavia, Cecimo ha pure auspicato che in una prospettiva di più lungo periodo si possa guardare con più precisione e progetti mirati alla ripartenza delle attività industriali manifatturiere in senso stretto, per esempio agevolando l’adozione su larga scala di nuove tecnologie digitali.
Cecimo ha altresì richiesta maggiore attenzione all’accesso al credito e ai finanziamenti da parte delle Pmi, augurandosene un potenziamento tale da togliere definitivamente i freni alla voglia delle imprese di investire e innovare.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati