Brembo investe 32 milioni di euro per un impianto in Messico

(da: Effemeride.it)

(da: Effemeride.it)

Con un comunicato ufficiale datato all’inizio di dicembre il produttore di sistemi frenanti Brembo ha reso nota l’intenzione di investire 32 milioni di euro per realizzare una fonderia e un nuovo stabilimento di produzione di pinze in alluminio a Escobedo, nel Nuovo Leon, presso Monterrey in Messico. Il budget dovrebbe coprire l’intero triennio 2015-2017.
Secondo il costruttore, la fonderia dovrebbe godere di una capacità fusoria pari a 14 mila tonnellate e il sito è progettato per realizzare due milioni di pezzi l’anno su una superficie totale di 31 mila e 500 metri quadrati.
Sono 50 i nuovi dipendenti che Brembo dovrebbe assumere in loco e 100 i milioni di fatturato preventivati dal Gruppo, su base annua, su un volume d’affari complessivo che nel 2013 ha superato gli 1,566 milioni di euro.
Destinatari delle pinze messicane dovrebbero essere gli Oem non solo locali e nordamericani bensì pure targati Asia ed Europa, in possesso di impianti nel Paese, oltre ai clienti di Brembo negli Stati Uniti che acquistano direttamente dal nuovo polo di Homer nel Michigan.
Per il colosso di origine bergamasca l’area del Nafta, il trattato di libero scambio fra nazioni dell’America Settentrionale e Centrale, è sempre più strategica, avendo segnato fra il gennaio e il settembre del 2014 un balzo in avanti del 24,6% del business che l’ha portata al primo posto fra i panorami d’attività di Brembo.
«Con l’apertura del nuovo stabilimento in Messico, Brembo conferma la forte determinazione a continuare la sua espansione in Nord America» , ha infatti affermato il presidente del Gruppo, Alberto Bombassei, «e la domanda di pinze in alluminio, in forte espansione anche al di fuori dei confini europei, apre a Brembo, da sempre leader in questa tecnologia, margini di ulteriore sviluppo nel mercato nordamericano. Questo può avvenire solo a condizione che l’azienda sostenga politiche di investimento finalizzate all’incremento della sua capacità produttiva sul mercato locale».

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati