Anccem, i mollifici italiani puntano sulla sicurezza

anccemHa avuto luogo a novembre fra le colline vinicole della Franciacorta, a Monticelli Brusati in provincia di Brescia, il convegno nazionale dell’Associazione italiana dei costruttori di molle o Anccem. L’assise ha in prima battuta confermato nel ruolo di presidente associativo il titolare della lecchese Co.El Angelo Cortesi. E questi, nella sua relazione introduttiva precedente alla scrutinio, ha ricordato alcuni dei motivi portanti della sua presidenza a cominciare dalla partecipazione agli incontri dei comitati normativi Iso e Cen con il prezioso supporto del consigliere Fabio Visentin. Oltre a ciò, forte è stato l’accento che il riconfermato numero uno ha posto nel tempo sulla formazione, concretizzatosi in iniziative avviate già nel 2009 con eventi sulla tecnologia delle molle ed estesesi poi sino alle sessioni sulla norma Uni En Iso 1090 allestite alla fine dello scorso ottobre. Dopo avere ricordato le missioni internazionali che Anccem ha organizzato in Paesi come il Giappone e, più recentemente, negli Stati Uniti dove sono state effettuate visite a tre produttori a stelle e strisce, Cortesi ha puntato lo sguardo sui progetti in cantiere per il prossimo anno. Nel 2015 dovrebbe infatti essere portata a compimento la guida sulla sicurezza presso le aziende costruttrici di molle. Creata con l’intento di dare ai mollifici strumenti di «prevenzione alla sicurezza specifica, mirata e uniforme» per tutta l’Italia, la guida conta di aiutare i soci a districarsi nella giungla legislativa riguardante in particolare macchine e insiemi di macchine; gestendone i relativi rischi. Hanno contribuito a fare luce su questi punti, e nel dettaglio anche sulle responsabilità dei produttori e degli utilizzatori, il socio fondatore e amministratore delegato di Deca System Tonino Ghetti; e l’avvocato specializzato nei procedimenti penali riferiti al settore safety Giorgio Caramori. Tuttora in corso d’opera ma idealmente destinata a esser pubblicata nella primavera del 2015, la guida Anccem è frutto di un lavoro iniziato addirittura al secondo dei convegni nazionali del 2012 ed è pensata per vivere sia sulla carta sia in edizione multimediale. Una checklist interattiva per la valutazione degli aspetti di protezione applicati ai macchinari è fra le funzionalità in corso di sviluppo. E la dovuta attenzione sarà anche dedicata ai momenti della relazione con gli ispettori del lavoro, sovente fonte di controversie; e sulla possibilità di sanare per tempo le situazioni borderline. Per il marzo del 2015, inoltre, l’Associazione dei mollifici italiani ha intenzione di mettere a punto un evento sul tema delle buone prassi; mentre più in generale è previsto un confronto con i fornitori di macchine utensili in modo da garantire ai soci informazioni il più possibile complete e d’utilità.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati