2013, l’anno dei record di StrikoWestofen

striko_2La multinazionale tedesca dello sviluppo e della realizzazione di impianti di fonderia e pressofusione StrikoWestofen ha resi pubblici nei giorni scorsi i risultati economici ottenuti durante l’annata 2013 che per l’azienda ha avuto un andamento quanto mai positivo.
Mentre l’incremento degli ordinativi ha sfiorato i dieci punti percentuali; ben oltre sono invece andate le vendite, che totalizzando ben 57 milioni di euro sono salite del 21% rispetto all’anno precedente e hanno consentito al gruppo di archiviare il quarto bilancio consecutivo in crescita in doppia cifra.
Secondo le dichiarazioni rilasciate dal manager Rudi Riedel ad alcuni organi di stampa specializzati si tratta soprattutto di un successo della tecnologia dovuto ai passi avanti compiuti in particolare dai sistemi di dosaggio e fusione dai punti di vista dell’efficienza energetica e dei materiali.
Fra il 2011 e il 2013 StrikoWestofen ha registrato un notevole aumento dei fatturati derivati dal mercato cinese, quadruplicatisi addirittura nel periodo, in virtù dei quali ha approntato l’ampliamento del suo polo produttivo di Taicang, nella provincia di Jiangsu, con l’obiettivo di soddisfare una domanda sempre più ampia.
Sul fronte tedesco il produttore ha dovuto fronteggiare le difficoltà di un panorama interno nel quale stando alle cifre di Vdma riprese dai media gli ordini sono scesi mediamente del 6% nel settore delle tecnologie fusorie. Ciò nonostante ha confermato il suo buono stato di forma con un +10% alla voce ordinativi.
Una strategia fortemente orientata all’internazionalizzazione è stata decisiva per mantenere in netto attivo i conti societari, come è stato riferito dai vertici del colosso tedesco, trainati dal successo delle linee StrikoMelter e Westomat che da sole valgono il 75% del volume d’affari realizzato lo scorso anno. Ma fondamentale si è rivelata anche l’attenzione ai servizi e alla ricambistica, con politiche di formazione mirate indirizzate soprattutto all’ottimizzazione dei consumi energetici e alla sicurezza.

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Fonderia © 2017 Tutti i diritti riservati